Al momento stai visualizzando Class Action
Close up of a group of friends hiking in the mountains

Class Action

Class Action

Simultaneamente  al Golden Project del Progetto Archimede il vaccino biologico quantico, per la libera  tutela della salute, lavoro, economia, benessere sociale e personale di ogni cittadino italiano; ci sarà un’azione legale globale in tutti i tribunali civili del territorio italiano, con appropriato adeguato e preparato staff di legali.

I procedimenti legali saranno avviati con l’art. 103 cpc e le relative procedure di urgenza    per l’emergenza salute e lavoro.

Nel XIX secolo dal 1835-37 al 1893 in tutto il pianeta ci furono ben sei diverse devastanti pandemie di colera. Le cause della diffusione furono i movimenti commerciali e militari dell’Inghilterra dal continente indiano, le navi a vapore e l’industrializzazione che portò all’accentramento urbanistico e all’aumento di rifiuti e sporcizia in tutte le grandi città; condizioni ideali per la proliferazione del vibrio cholerae, un batterio che prolifera nell’intestino umano.

La medicina dell’epoca debole, disorganizzata e arretrata nonostante i cordoni sanitari, le quarantene e le azioni di magistratura di sanità, e le cure empiriche e completamente astratte non fermarono in alcun modo le violente e devastanti sei diverse pandemie di colera.

A livello di cura si prescriveva l’oppio, l’ossido di zinco e i salassi con le sanguisughe; finchè nell’epidemia di Londra del 1854 in Broad street nel quartiere di Soho , un medico inglese John Snow che non condivideva che i contagi si diffondessero respirando aria inquinata, scoprì la  causa e il vero agente che produceva le infezioni intestinali.

Il medico non conosceva le cause dell’infezione ma si accorse che la violenta epidemia era concentrata in un unico quartiere e con le persone che avevano rapporti con questo quartiere e alla fine individuò la causa, l’inquinamento di una sorgente dalle fogne.

Oggi scenario diverso ma molto simile e ci si è concentrati sul virus e sulla soluzione del  vaccino chimico sperimentale, che senza dettagli è molto simile ai rimedi della cura del colera nell’800.

Fortuna vuole che oggi non c’è un solo medico ma un folto gruppo di medici, scienziati e esperti sulla salute, in tutto lo scenario nazionale ed internazionale  che ha compreso la soluzione ed essendoci un disconoscimento totale, l’azione legale è la soluzione.

Come è accaduto per Galileo, nelle scienze anche mediche quello che conta per davvero è la dimostrazione e la ripetibilità continua.

Il virus della pandemia fa quello che sa fare eccellentemente l’agente virale con tutte le sue caratteristiche di mutabilità. La soluzione  è stimolare e attivare con tecnologie naturali e non nocive all’organismo umano, l’innata immunità agli agenti virali.

Anche se si nasconde l’accaduto e le potenzialità che si sono generate, già oltre 100 milioni di persone in tutto il mondo hanno sviluppato l’immunità al virus, e oltre il 50% dell’intera popolazione è vicina allo sviluppare un altrettanto equivalente livello di immunità virale.

Il DNA non è solo quello biochimico, ma esiste una più ampia porzione multidimensionale conosciuta da tutti i medici, terapeuti ed esperti quantici. La proporzione di funzionamento globale del DNA è di circa il 35% e in questa percentuale l’intero organismo con il sistema immunitario e linfatico, non riescono a riconoscere efficientemente gli agenti virali e a isolarli e renderli inefficaci.

La parte multidimensionale del DNA è quantica e il manuale di accesso alle istruzioni del suo funzionamento è quantico.

Per attivare le informazioni quantiche di elevazione dell’efficienza biologica del funzionamento del sistema immunitario  e linfatico, sono necessarie delle informazioni di attivazione quantica.

Informazioni di natura quantica che sono state inserite nel vaccino biologico quantico con olio biologico extravergine di oliva.

 Quindi nelle azioni legali oltre a dimostrare la documentazione scientifica storica efficace delle frequenze quantiche che si sono inserite nel vaccino biologico quantico con olio biologico extravergine di oliva pugliese; in diretta e nell’aula dei tribunali italiani e davanti al magistrato, con nuove  moderne tecnologie a disposizione, si mostreranno gli effetti nel corpo e biologia umana della vaccinazione chimica e di quella quantica. Si mostreranno le reazioni biochimiche che vengono indotte sia con la vaccinazione chimica che con la vaccinazione naturale quantica. Si mostrerà in diretta e con più strumentazioni le alterazioni che si producono con la vaccinazione chimica e i benefici con quella quantica.

Con altre tecnologie sarà possibile vedere al momento l’evoluzione fino  a due anni di cosa faccia il metodo chimico e quello quantico.

Con altre tecnologie ci si potrà in diretta spingersi ad analizzare e far veder gli effetti di una o l’altra vaccinazione più a lungo termine.

Lo stesso magistrato se lo vorrà fare, avrà la libertà di sperimentare sul suo corpo, col supporto istantaneo e tecnologico, vedere gli effetti benefici sulla sua biochimica cellulare e attivazione immunitaria, con l’ingestione del vaccino biologico quantico con olio di oliva pugliese.

In alternativa a questo enorme dispendio di forze e risorse si potrà tranquillamente e serenamente fare la stessa cosa in un iter parlamentare per l’approvazione del vaccino quantico e la scelta libera che ogni cittadino possa avere per tutelare la propria salute.

A chiunque legga queste riga e interessi questo argomento si chiede una donazione a partire dalla somma di € 2,00 per poter realizzare quanto si è esposto e averne i mezzi di autonomia economica.

Perché può essere sconcertante come si possano risolvere i problemi e creare dei cambiamenti se si concede la libertà di poterlo fare.

Dopo questa fase di emergenza straordinaria ci si occuperà di azioni di risarcimento danni per le più svariate e giuste cause.

Nelle azioni di risarcimento con le class actions si andrà a risarcire chiunque ha subito un danno personalmente, nella sua famiglia e nella sua attività imprenditoriale, e quindi si agirà contro di chi si dimostrerà che per lucro e mala fede ha spento vite umane, ha danneggiato la salute umana ed animale, ha prodotto danni all’ambiente e patrimonio immobiliare pubblico e privato, ha danneggiato economia e risorse del pianeta.

In ogni caso non si andrà ad agire contro qualsiasi livello dello Stato Italiano e degli Stati Esteri, ma esclusivamente solo contro tutte le persone fisiche pubbliche o private che hanno agito con aziende,  industrie e organizzazioni di qualsiasi natura in cui si andrà a documentalmente dimostrare che pur conoscendo la reale situazione e le conseguenze delle loro azioni,  con dolo e mala fede per fini di lucro hanno danneggiato la collettività e l’ambiente.